Super De Marchi a Legnano, gli spadisti ucraini vincono a Parigi

 

Bravissima! Altro non si può dire ad Eleonora De Marchi, dopo la bellissima gara di cui la giovane atleta trevigiana è stata protagonista sulle pedane di Legnano fra venerdì e sabato. Impegnata nell’edizione numero 40 del “Trofeo Carroccio”, prova di Coppa del Mondo senior, Eleonora non solo ha brillantemente superato la fase a gironi, ma si è spinta fino agli ottavi di finale nella giornata di sabato, battendo niente meno che Sarra Besbes, numero 2 del Mondo e bronzo Mondiale a Mosca lo scorso luglio! Per lei poi è arrivata la sconfitta contro Giulia Rizzi.

Tabellone principale anche per Federica Santandrea, poi battuta da Nadine Stahlberg, mentre tanto Alice Clerici quanto Roberta Marzani, così come Elisa Segnini Bocchia si sono fermate nella prima giornata di gara.

Nello stesso fine settimana si è disputato a Parigi il prestigios Trofeo Monal, prova di Coppa del Mondo di spada maschile: se la prova individuale ha dato poche sodidsfazioni ai nostri atleti, nella prova a squadre è arrivata la splendida vittoria dei ragazzi dell’Ucraina. Anatoly Herey, Dmitry Karuchenko, Bogdan Nikishin e Maxim Kvhorost – già campioni del Mondo a Mosca – hanno vinto sulle pedane parigine battendo in finale i padroni di casa della Francia per 40-37.

Fotografia Trefiletti/Bizzi 

Annunci

Acireale: i nostri Giovani regalano soddisfazioni ai Campionati Italiani

Si è appena concluso ad Acireale il Campionato Italiano Cadetti e Giovani 2016. Un’edizione ancora una volta ricca di soddisfazioni per gli atleti sponsorizzati da Carmimari: a partire dalle quattro medaglie d’oro conquistate da Beatrice Dalla Vecchia (sciabola femminile Cadette), Eleonora De Marchi (spada femminile Cadette), Alessio Preziosi (spada maschile Cadetti) e Valerio Cuomo (spada maschile Giovani).

A queste, vanno aggiunte anche la seconda posizione conquistata da Beatrice Cagnin nella prova Cadette di spada femminile, mentre tanto Alice Clerici quanto Alessio Preziosi hanno chiuso le rispettive gare di spada Giovani al terzo posto. Notevole, in particolare, la prestazione di Preziosi, a medaglia in entrambe le competizioni. Bronzo, infine, anche per Elena Tangherlini, stoppata in semifinale nella gara Giovani di fioretto femminile.

Sempre nel fine settimana, si sono svolte anche le gare di Coppa del Mondo Assoluta di sciabola femminile e maschile. In Cina, a Foshan ha gareggiato Martina Criscio: per lei stop nel tabellone dei 32. A Madrid erano impegnati tanto Luigi Miracco che Riccardo Nuccio, con il primo eliminato nel tabellone dei 32 mentre per Riccardo lo stop è arrivato nella prima giornata di gare.

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

Bourges 2016, quattro gemme d’oro iridato

Un trionfo nel trionfo. Nei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani di Bourges, conclusi ieri e che hanno visto l’Italia annettere ben 17 medaglie complessive, quasi doppiando la quota raggiunta a Tashkent dodici mesi fa, gli atleti Carmimari hanno brillato come poche altre volte era successo. Sono infatti sei le medaglie conquistate dai nostri ragazzi, ma ben quattro sono d’oro, una d’argento e una di bronzo. Una spedizione trionfale, dunque. Ripercorriamola nel dettaglio.

Quattro medaglie d’oro, dicevamo. La prima porta la firma di Daniel De Mola nella spada maschile Cadetti, al termine di una finalissima tutta azzurra vinta all’ultima stoccata contro Gianpaolo Buzzacchino. Nella gara successiva è poi Alessandra Bozza a issarsi sul gradino più alto del podio della spada femminile Cadetti, superando in finale l’americana Stewart con un netto 15-6.

Il terzo oro individuale targato Carmimari è un autentico capolavoro e lo realizza Alice Clerici, che iscrive finalmente il proprio nome nell’albo d’oro iridato della spada femminile Under 20. La torinese mette in fila negli ultimi quattro assalti l’amica e compagna di squadra Eleonora De Marchi, la campionessa europea in carica Nadine Stahlberg, la russa Irina Okhotnikova e infine la cinese Yixuan Xiang. L’urlo liberatorio al momento della vittoria e le lacrime sul podio all’Inno di Mameli resteranno due immagini-simbolo di questo Mondiale francese. Il quarto oro iridato arriva dalla prova a squadre di spada maschile dove Valerio Cuomo (in quartetto con Federico Vismara, Gabriele Risicato e Davide Canzoneri) completa nel migliore dei modi un Mondiale ricco di gioie per la spada azzurra.

È sempre Valerio Cuomo a conquistare la medaglia d’argento nella spada maschile Under 20, sfiorando il bis di vittorie individuali di nostri sponsorizzati già ottenuto dalla coppia De Mola-Bozza tra i Cadetti, superato in finale dal russo Georgiy Bruev. La medaglia di bronzo porta invece la firma di Beatrice Cagnin nella spada femminile Cadetti: nella gara che incorona Alessandra Bozza campionessa del Mondo, la veneta inciampa in semifinale contro la Stewart ma riesce comunque a mettersi al collo una meritata medaglia.

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

Cadetti e Giovani: a Novi Sad cinque allori Europei

Si sono conclusi mercoledì 9 marzo i Campionati Europei Cadetti e Giovani 2016 a Novi Sad, in Serbia. Delle 20 medaglie complessive vinte dall’Italia – in perfetta parità, 10 per i Cadetti e 10 per i Giovani – cinque sono gli allori conquistati da atleti Carmimari, così suddivisi: una medaglia d’oro, due d’argento e due di bronzo.

La medaglia d’oro è andata alle Cadette di spada femminile, con Alessandra Bozza e Beatrice Cagnin (in quartetto con Federica Isola e Lara Pasin) che hanno confermato lo straordinario rendimento dell’Italia in questa specialità, una prerogativa delle ultime stagioni. Il “baby Dream Team” si è imposto nella finalissima sulla Russia per 45-32, terza la Romania.

Le due medaglie d’argento arrivano dalla spada femminile Giovani con Roberta Marzani, che da numero 1 del ranking Under 20 si conferma ai più alti livelli della specialità cogliendo il terzo argento consecutivo agli Europei – dopo Gerusalemme 2014 e Maribor 2015 – e cedendo in finale solo alla tedesca Nadine Stahlberg, numero 2 in classifica e sua rivale più accreditata anche in ottica Mondiale, che si disputerà a Bourges fra qualche settimana, e con Matteo Resegotti nella prova a squadre di fioretto maschile Cadetti (in quartetto con Tommaso Marini, Pietro Velluti e Filippo Mariotti), dove l’Italia ha raggiunto la finale prima di essere superata dalla Russia per 45-25. Terza la Germania.

Le due medaglie di bronzo sono state conquistate invece da Alessio Preziosi nella spada maschile Cadetti, autore di una prova sorprendente per qualità e maturità dimostrate, superato in semifinale (15-11) dall’israeliano Stanislav Galper, poi medaglia d’oro, e da Valerio Cuomo nella spada maschile Giovani: autore di una stoccata super a inizio giornata contro l’ucraino Makhonin, la sua corsa si è poi fermata in semifinale di fronte al ceco Martin Rubes con il punteggio di 15-12.

Da parte dello Staff i più grandi complimenti ai ragazzi e un altrettanto grande in bocca al lupo per le prossime gare!

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

Sorrisi e medaglie da Bolzano

 

Con la pausa della Coppa del Mondo senior, e in attesa che a Novi Sad scattino i Campionati Europei per la categoria Cadetti e Giovani (in cui saranno impegnati alcuni dei nostri atleti), a tenere banco nel fine settimana è stata la seconda Prova Nazionale Open appena andata in archivio a Bolzano.

E che, in tutte le armi, ha regalato sorrisi e gioie ai nostri atleti. A partire dalla giornata di venerdì, con il podio raggiunto da Riccardo Nuccio nella gara di sciabola maschile. Dove si segnala anche l’ottima gara di Luigi Miracco, sconfitto ai quarti di finale e settimo a fine giornata.

Ottimi risultati anche dal settore femminile. Non tradiscono, come ormai d’abitudine, le spadiste con Eleonora De Marchi e Alice Clerici che chiudono rispettivamente al secondo e al terzo posto, mentre ai piedi del podio si fermano – in stretto ordine di classifica finale – Roberta Marzani, Marzia Muroni e Luisa Tesserin. Un bel podio lo conquista anche Martina Criscio, terza nella prova di sciabola femminile che ha visto anche la bella gara di Sofia Ciaraglia, quinta a fine giornata.

La chiusura (ma anche la copertina) è tutta per Paolo Pizzo: l’aviere siciliano, campione del Mondo a Catania 2011 e fresco di qualificazione a Rio con la nazionale azzurra, ha infatti vinto la prova di spada maschile, proseguendo come meglio non poteva il suo cammino verso gli importanti appuntamenti di fine stagione.

 

Fine settimana di grandi sorrisi per i nostri atleti

Si chiude con un ricco bottino di soddisfazioni il fine settimana di gare appena andato in archivio. Udine e Vancouver i centri focali di un weekend a tutta spada.

A Udine si è svolta un’importante tappa di Coppa del Mondo categoria Under 20. Non deludono, come al solito, le nostre super spadiste Roberta Marzani ed Eleonora De Marchi. Per Roberta è arrivata la vittoria finale, mentre per Eleonora un terzo posto figlio della sconfitta nel derby di semifinale. Il giorno successivo, nella prova a squadre, le stesse Marzani e De Marchi hanno conquistato un bel secondo posto, con la partecipazione anche di Alice Clerici (Federica Isola a completare il quartetto).

Buone notizie anche dalla gara di spada maschile, con il terzo posto di Valerio Cuomo sempre a Udine. Per il figlio del ct della spada azzurra, stop in semifinale per mano di Federico Vismara.

Da Vancouver arriva invece la notizia della matematica qualificazione della squadra di spada maschile per le prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro. Anche Fabian Kauter, Peer Borsky e Benjamin Steffen, dunque, saranno della partita nel prossimo agosto assieme all’azzurro Paolo Pizzo e tutta la nazionale italiana. Per lo spadista siciliano il bilancio del fine settimana canadese parla di un undicesimo posto individuale e del quinto posto con la squadra, risultato impreziosito da un’altra bella vittoria ai danni della Francia.

Fotografia Trefiletti/Bizzi per Federscherma

Spada under 20: sorrisi da Burgos

Nel weekend appena trascorso le buone notizie per gli atleti sponsorizzati Carmimari vengono soprattutto dalla Spagna. Qui infatti, a Burgos, si è svolta la tappa di Coppa del Mondo under 20 di spada femminile, che ha salutato due podi in entrambe le prove per le nostre ragazze. Nell’individuale è stata Alice Clerici a conquistare il terzo posto a fine gara, dopo la sconfitta in semifinale contro la francese Alexandra Louis Marie. Per la spadista torinese non è stata questa l’unica gioia del fine settimana, infatti nella prova a squadre è arrivata la medaglia d’oro in quartetto con Roberta Marzani ed Eleonora De Marchi, oltre a Federica Isola. Il Baby Dream Team della spada femminile azzurra under 20 si è imposto in finale sull’Egitto per 45-35, dopo una semifinale di lotta contro gli Stati Uniti (26-24).

A livello di Assoluti, nel weekend si è svolta a Padova la 59ˆ edizione del Trofeo Luxardo di sciabola maschile, valevole per la Coppa del Mondo. Nella prova a squadre vogliamo sottolineare con grande piacere e orgoglio la presenza nel quartetto italiano, che ha concluso la gara al quinto posto, del nostro Luigi Miracco in squadra con Luigi Samele, Enrico Berrè e Luca Curatoli.

Fotografia Federscherma